Social recruiting, quando la relazione passa per i social network

Rely on relation – conta sulla relazione, affidati alla relazione: è questo il nostro payoff, il cuore che muove le attività di CBS Lavoro. Ma come possiamo affidarci alle relazioni se pandemia e restrizioni ci impediscono di creare connessioni dal vivo?

La vicinanza sicuramente è importante ma è possibile fare affidamento sulle relazioni anche quando il colloquio si svolge in digitale, anche quando il processo di ricerca e selezione passa per i social network. In altre parole, stiamo parlando di social recruiting – o più esattamente di social media recruitment – ovvero di tutte quelle attività che hanno a che fare con l’utilizzo dei social network per costruire relazioni con potenziali candidati, introdurli nel proprio network e selezionarli per eventuali opportunità di lavoro.

Nuove strade per candidarsi, nuove modalità di ricerca di personale

Una vetrina davvero potente quella dei social network: per le persone in cerca di lavoro che possono candidarsi a un numero di opportunità maggiori rispetto al passato. Per le aziende in cerca di personale che possono scegliere un iter non classico di ricerca e selezione.

Ma procediamo con ordine: quali sono i vantaggi del social recruiting per i candidati e quali quelli per le aziende?

Negli ultimi anni, sempre più spesso, i recruiter – oltre ad analizzare i curriculum – utilizzano LinkedIn, Facebook, Instagram e Twitter, per le attività di screening dei canali social del candidato. Per questi ultimi, dunque, è importante sfruttare al meglio le potenzialità dei social. In che modo? Curando il proprio profilo, scegliendo una foto professionale, condividendo contenuti interessanti e in linea con i propri interessi, scegliendo sempre un linguaggio corretto e rispettoso, arricchendo la propria bio e mostrando autenticità e coerenza. In altre parole, è fondamentale prestare attenzione alla digital reputation ovvero l’immagine di sé che ogni persona costruisce sulla rete attraverso la condivisione di materiale e la partecipazione attiva ai social network.

L’e-recruitment tramite social network risulta essere fondamentale anche per le aziende in cerca di risorse. Attraverso i social, infatti, è possibile aprirsi a un pubblico più ampio e acquisire e valutare un numero maggiore di candidature. Ma non solo: con il social recruiting si ottimizzano i tempi di ricerca e selezione, si abbattono i limiti territoriali e – in alcuni casi – è possibile anche approfondire la conoscenza dei candidati attraverso la valutazione dei loro profili social.

d

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis ultricies nec